Salzburg Salzburg

Salisburgo, un nuovo indirizzo design e una nuova app "caccia al tesoro"

Il colore blu e la nuova App "Snitzl"

Il tradizionale Hotel Stein, situato vicino al ponte Staatsbrücke nel centro della città, apre nuovamente i battenti nel marzo del 2018 dopo una ristrutturazione generale. I proprietari hanno scelto il motto “Salzburg meets Venice” per tendere un ponte fra le due città. Il design dell’albergo è incentrato interamente sul colore blu. Nell’edificio si potranno ammirare  lampade realizzate in esclusiva da una manifattura di vetri veneziana nonché le opere del fotografo Luigi Caputo, residente a Salisburgo, e dell’artista austriaca Brigitte Kowanz, nel 2017 rappresentante austriaca alla Biennale. Altri fiori all’occhiello saranno il reparto Spa completamente nuovo e lo spazio fitness. I piaceri del palato potranno esseri soddisfatti nel nuovo Rooftop Bar “Seven Senses” e nel “Green Vanilla” al pianterreno (ingresso Steingasse), in cui gustare i piatti cucinati freschi con prodotti regionali, anche come take away. Vicino alla Staatsbrücke si potrà visitare l'opera "Beyond Recall" di Brigittte Kowanz, che fa parte del progetto "Walk of Modern Art" di Salzburg Foundation, un percorso nello spazio pubblico di prestigiose opere d'arte contemporanee .

www.hotelstein.at

http://salzburgfoundation.at/en/salzburg-art-project/brigitte-kowanz-2011/

La nuova App “Snitzl”: per scoprire la città in maniera avvincente
Con l’inizio del 2108 l'Ufficio del turismo di Salisburgo ha lanciato l’edizione salisburghese della App denominata “Snitzl” – un’applicazione mobile a mo’ di caccia al tesoro, grazie alla quale si può andare alla scoperta della città di Mozart in maniera interattiva ed innovativa (in tedesco ed inglese). L’App risulta interessante sia per i conoscitori di Salisburgo che per i visitatori novelli, grazie a tre gradi diversi di difficoltà e alle tematiche avvincenti. L’applicazione è disponibile fin d’ora e può essere scaricata gratuitamente nell’App Store oppure nel Google Play Store. https://www.salzburg.info/de/reiseinfos/wlan-apps/snitzl

Pasqua a Salisburgo

Il centro storico di Salisburgo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, reca testimonianza del governo millenario dei principi arcivescovi, con la sua architettura straordinaria, la musica sacra, le chiese e i santuari, i monasteri e gli itinerari di pellegrinaggio attraverso la città. Ma a Salisburgo vengono anche curate le usanze religiose, vissute ancora in maniera molto autentica soprattutto nel periodo della Pasqua. La Domenica delle palme non può mancare la benedizione tradizionale dei mazzi di erbe aromatiche detti Palmbuschen, che ricordano i rami di palma con i quali Gesù fu salutato al suo ingresso a Gerusalemme. Questi mazzi vengono collocati davanti alla porta di casa oppure sui campi, per proteggere gli abitanti dalle malattie oppure come augurio per una buona raccolta. Un’altra usanza delle regioni alpine sono le uova di Pasqua colorate e le cosiddette “uova Antlass”, ovvero le uova deposte il giovedì santo. Furono considerate a lungo dei portafortuna e fanno parte ancora oggi dei cibi benedetti per la Pasqua. www.salzburg.info/city-of-churches

Immagini

Salzburg
Salzburg © (C) Salzburg Tourismus / Popp Hackner
Salisburgo, Hotel Stein, terrazza
Salisburgo, Hotel Stein, terrazza (c)Hotel Stein
Salisburgo, Hotel Stein (c)Hotel Stein
Salisburgo, Hotel Stein (c)Hotel Stein Hotel Stein
Salisburgo, mercatino di Pasqua
Salisburgo, mercatino di Pasqua STG