L'arte della sosta

Lungo le piste ciclabili alla scoperta di borghi storici e design contemporaneo

A Klagenfurt, città bike friendly sul Lago Wörthersee

Kiki Kogelnig (1935-1997),  nota interprete della pop-art, era originaria di Klagenfurt. Fra le sue opere figurano dipinti, istallazioni, sculture e grafiche e durante il suo soggiorno newyorchese fece parte dello stesso gruppo di artisti di Roy Lichtenstein e Andy Warhol. A Klagenfurt, passando per il Landhauspark si incontra la fontana da lei creata, dal titolo evocativo, "Gesang" ovvero "Canto". Altre sue opere fanno parte della collezione del Museum Moderner Kunst Kärnten; nell'edificio, che fu in origine un castello, ai giovani artisti è riservata un area di 1000 metri quadrati, e anche la cappella, ora sconsacrata, ospita mostre d'arte www.mmkk.at

A Salisburgo, sulle piste ciclabili del Tauri e Alpe Adria

Chi crede Salisburgo una città tutta baroccco e sale da concert, sbaglia. Dal 2002 al 2011 ad opera delle fondazione "Initiative Salzburg Foundation " fu realizzato con  il "Walk of Modern Art" un percorso  di opere d'arte nello spazio pubblico unico al mondo: fra le opere da vedere un'istallazione a forma di casa di Anselm Kiefer nel Furtwänglerpark, un'opera a forma di sedie di Marina Abramovic vicino al ponte Staatsbrücke, e l'impressionate "Sphaera" di Stephan Balkenhol, una sfera dorata che pesa due tonnellate, sulla Kapitelplatz. salzburgfoundation.at/en/

In Tirolo,  seguendo la ciclabile dell'Inn

La "regina delle curve",  così che venne chiamata Zaha Hadid,  archi-star nota per le linee inconfondibili, arrotondate e dinamiche degli edifici da lei progettati. Di questi fa parte il trampolino di lancio con gli sci a Innsbruck, la cosiddetta "Bergiselschanze". Chi dopo la pedalata non se la sente di fare i 455 scalini che portano alla piattaforma panoramica, può prendere l'ascensore, per avere una vista magnifica su Innsbruck e le montagne circostanti. Seguendo la ciclabile dell'Inn, Hall Wattens merita una sosta prolungata per almeno due motivi: Il centro storico di Hall dove già nel 1485 si batteva il tallero (da cui più tardi prese nome il dollaro); nella torre della zecca, la Münzturm, si ammira il più grande tallero d'argento al mondo dal diametro di 36 cm, 20 chilogrammi di argento puro, che rievoca il Kaisertaler del 1508, la prima moneta su cui era incisa la parola "Europa". Vicino a Hall, a Wattens, non è l'argento, ma sono i cristalli a scintillare in 16 "camere delle meraviglie" allestite e aperte al pubblico dall'azienda Swarovski. Intorno a questa camera del tesoro contemporanea si spalancano gli occhi alla vista di una "nuvola" formata da 800.000 cristalli e altre istallazioni, in una sorta di parco delle meraviglie. www.innsbruck.info www.tirolo.com

Sulla ciclabile del Danubio, una donna dalle forme generose il trionfo del barocco

Nel paesino di Willendorf, sulle rive del Danubio, fu ritrovato nel 1908 una statuetta alta 11 centimetri. Per le sue forme generose fu chiamata "Venere di Willendorf" ed è ritentuta una delle più importanti statuette paleolitiche. L'originale è esposto nel Naturhistorisches Museum a Vienna,  a Willendorf si può visitare il sito di ritrovamento e un piccolo museo http://www.willendorf.info/ http://www.nhm-wien.ac.at/en

A partire dall'XI secolo, la cittadina di Melk divenne il centro spirituale e culturale della Bassa Austria, prima come sede del castello della dinastia regnante dei Babenberg, e poi come monastero benedettino, a cui si ispirò  Umbero Eco quando scrisse "Il nome della Rosa".  All'inizio del XVIII secolo, il monastero fu ricostruito secondo il progetto di Jakob Prandtauer in stile barocco. Chi percorre la ciclabile del Danubio, già da lontano può vedere il l'enome edificio giallo che domina uno sperone roccioso sul fiume.

Tra le tante cose notevoli che l'abbazia possiede c'è la chiesa collegiata sontuosamente arredata, la sala di marmo e la biblioteca, che contiene più di preziosi 100.000 volumi. Da vedere anche l'affresco del soffitto di Paul Troger, che rappresenta un'allegoria della fede. Si sosta volentieri nel parco dell'abbazia, sotto l'ombra di antichi tigli,  circondati da un gazebo barocco, un roseto, un serbatoio di acqua potabile barocco e un giardino in stile mediterraneo. http://www.stiftmelk.at/

Tutto sulle vacanze in bici e i pacchetti in tema http://www.austria.info/it/cicloturismo/offerte-vacanze-in-bicicletta