Estate in bici

Austria. Vacanze in bicicletta. Una terra magica, paesaggi d'incanto da girare in bicicletta.

Il Paese sognato dai ciclisti

Austria. Vacanze in bicicletta. Una terra magica, un cuore alpino, un ponte fra Mitteleuropa e Mediterraneo, un’eredità di culture letterarie e musicali. E poi paesaggi da favola, di laghi smeraldini, di vallate tinte nel verde, di villaggi dai campanili aguzzi come spilli o tonduti a mo’ di cipolla. Paesaggi d’incanto da girare in bicicletta, in leggerezza spinti dallo spirito della scoperta.

Gli amanti della bici elettrica trovano nel Salisburghese il paradiso delle due ruote: una lunga rete di percorsi panoramici, hotel attrezzati per accogliere i ciclisti, ed esperienze indimenticabili per tutte le gambe.

Lasciarsi alle spalle la confusione della vita quotidiana. Grazie alla vasta infrastruttura per il cicloturismo, il Salisburghese è una meta ambita per ogni amante della bici elettrica. Qui i cicloturisti possono scegliere i percorsi più adatti alle loro esigenze, a seconda del grado di difficoltà o della zona che vogliono visitare. Ci sono tanti attraenti percorsi cicloturistici a tema che invitano a partire per affascinanti viaggi all’insegna della scoperta, ma senza fatica. Dalle verdi vallate fino agli spettacolari ghiacciai, passando per cascate e villaggi tradizionali, gli amanti della bicicletta elettrica sono guidati in un viaggio all’insegna delle forti emozioni.

Alla fama del Salisburghese come paradiso della bici contribuiscono circa 7.000 km di piste ciclabili e 5.000 km di itinerari per mountain bike ben segnalati e per ogni livello di difficoltà, oltre a cinque favolosi bike-park, emozionanti percorsi di gara su strada, itinerari cicloturistici di più giorni attraverso grandiosi panorami e manifestazioni ciclistiche di fama internazionale.

La mountain bike elettrica permette di arrivare in alto senza fatica percorrendo una rete di tracciati MTB che si estende attraverso boschi, foreste e prati. Nel Salisburghese ci sono percorsi per ogni gusto e preparazione, dal principiante al freerider e al downhiller.

Novità: un percorso ad anello di 164 chilometri per bici elettriche nel Salisburghese

Il colle Gaisberg a Salisburgo, il Buchberg a Mattsee e l’Högl ad Anger (Baviera) costituiscono i tre principali rilievi del nuovo itinerario circolare transfrontaliero “slow bike”. Appositamente concepito per gli amanti della bici elettrica, questo percorso ciclabile si snoda in quattro tappe intorno al bacino di Salisburgo.
Lungo il percorso si trovano nove punti noleggio per bici elettriche “movelo” e otto stazioni di ricarica. Circa 50 pannelli tematici forniscono informazioni sulle numerose attrazioni turistiche e sulle particolarità storico culturali, naturalistiche e geologiche.

Il nuovo itinerario ad anello parte dalla città di Salisburgo e attraversa i comuni di Elsbethen, Anif, Grödig, Wals, Grossgmain, Bayerisch Gmain, Bad Reichenhall, Ainring, Piding, Anger, Teisendorf, Petting, Laufen, Oberndorf, Göming, Nussdorf, Berndorf, Perwang, Seeham, Mattsee, Seekirchen, Eugendorf e Hallwang. Grazie alle biciclette elettriche, superare i 2.500 metri di dislivello del percorso è un gioco da ragazzi.

www.salisburghese.com
www.slow-bike-tour.com

Nell'Austria sud-orientale fra colline, vigneti e il delizioso borgo storico Bad Radkersburg

Una regione tutta da scoprire in bici è quella termale della Stiria, nell'Austria sud-orientale. Si possono percorrere le  rive del fiume Mur, e la regione vinicola collinare, e arrivare in bicicletta fino alla vicina Slovenia.

Il clima mite invita, già da aprile, ad accompagnare la natura nel suo risveglio e ammirare, fino in autunno inoltrato, il gioco dei colori nei boschi e nei vigneti, nei pressi dei quali si possono trovare i Buschenschank, i locali dei viticolori, per soste golose a base di vino novello, salumi, formaggi, verdure, tutto di produzione locale.

Pedalare è un piacere quando il percorso è la meta stessa. Da soli, o in compagnia di un “Rad-Guide” (Guida ciclistica) per scoprire al meglio i luoghi più belli nel borgo storico di Bad Radkersburg e nei dintorni. Tutti i percorsi sono segnalati anche sulla cartina delle piste ciclabili “RAD-Entdeckungskarte”.

Come chiudere al meglio una giornata in bici ? E' sufficiente scendere dal sellino e rilassarsi nelle Parktherme, abbandonarsi nelle calde acque termali, nuotare nella piscina olimpionica, e usufruire di saune e bagni, per sentirsi piacevolmente rilassati.

Alla sera si può passeggiare nel centro storico di Bad Radkersburg, un delizioso borgo interamente conservato con la piazza principale, la torre del municipio, la Chiesa gotica, e bei palazzi nobili e borghesi, fra cui spicca i palazzo rinascimentale Herberstorff con un cortile sontuoso a portici, fino ai resti delle antiche mura.

www.thermen-vulkanland.at

Un classico sempre attuale: esperienze indimenticabili sulla pista ciclabile del Danubio fra attrazioni culturali e i paesaggi idilliaci

Un giro in bicicletta attraverso il paesaggio idilliaco lungo il secondo fiume più grande d'Europa è una vera esperienza per tutta la famiglia. Accompagnato dal Danubio blu, passando per le attrazioni storiche e seguendo le tracce di imperatori e re, monaci e commercianti.  Oggi è un'esperienza ideale per chi è alla ricerca di relax in affascinanti paesaggi fluviali e panorami mozzafiato.Il viaggio inizia su piste ciclabili pianeggianti, per lo più asfaltate e lontano dal traffico automobilistico nella città barocca di Passau, situata tra tre fiumi. Lungo il percorso il cicloturista passa davanti allo straordinario spettacolo naturale dello Schlögener Schlinge, l'ansa del danubio, e del monastero Engelszell per poi arrivare a Linz.Qui i visitatori possono immergersi in una città vivace e ricca di attività. Di notte, il Danubio è particolarmente suggestivo quando i giochi di colori delle facciate a LED del Lentos Art Museum e dell'Ars Electronica Center si riflettono nell'acqua. Durante il giorno, la Città delle Arti dei Media dell'UNESCO invita a fermarsi per una deliziosa "Linzer Torte" nel centro storico, esplorare le visioni del futuro nell'Ars Electronica Center o ammirare graffiti di grandi dimensioni nel porto. La ferrovia più ripida del mondo conduce direttamente dalla piazza principale sul monte Pöstlingberg con una magnifica vista sulla città e sul Danubio. Chi desidera vivere una serata musicale può visitare il Brucknerhaus o il Musiktheater Linz, uno dei più moderni teatri d'opera d'Europa. Lasciata Linz, costeggiando il Danubio attraverso la valle che a tratti si fa stretta e boscosa, si prosegue poi in direzione del territorio patrimonio UNESCO della Wachau.  Arrivati nella Wachau, è bello fare delle rilassanti soste nei pittoreschi villaggi vinicoli di Spitz, Weissenkirchen e Dürnstein e scoprire le prelibatezze gastronomiche locali. Il modo migliore è quello di visitare le "Heurigen", locali dove si servono vini locali, e le cantine, che si trovano facilmente lungo il percorso. Infine, il fiume si fa largo, e le colline cedono alla pianura, prima di arrivare a Vienna.

www.linztourismus.at

www.girolibero.it

Pista ciclabile del Danubio-Schlögener Schlinge(c)Oberösterreich Touristik GmbH_Moritz AblingerOberösterreich Touristik_MoritzAblinger
vigneti intorno a Bad Radkersburg(c)TVRegion Bad Radkersburg_Bernhard Bergmann(c)TVBad Radkersburg_Bernhard Bergmann
sosta bici nel Salisburghese(c)SalzburgerLand TourismusSalzburgerland Tourismus