Vienna: vigneti con vista

A Vienna basta poco per scambiare scenari urbani con il verde delle colline:  sul territorio urbano si trovano 700 ettari di vigneti che fanno della capitale austriaca l'unica metropoli europea con una viticultura autoctona di una certa importanza. Le colline, come il Nussberg, sono raggiungibili in un batter d'occhio e sono una meta piacevole per fare quattro passi e scoprire i vini viennesi. Grüner Veltliner e  Gemischter Satz – quest'ultimo un vino locale che gode  di una rinascita al punto da essere inserito nei presidi Slowfood – accompagnano prelibatezze caserecce proposte dai buffet degli Heuriger. Queste rustiche "Buschenschenken",  osterie e mescite in cui ci si accomoda su panche di legno erano, e sono tutt'ora, i locali gestiti dai viticoltori stessi.  Una frasca appesa sopra all'ingresso  segna l'apertura. La gita con sosta al Heurigen, una specie di rito collettivo dei  viennesi nella bella stagione,  è rimasta immutata fino a oggi, e fra gli Heurigen ci sono ancora quelli di antica tradizione come  Sirbu o il Buschenschank Mayr am Nussberg, ma anche locali d'impronta più contemporanea  dove l'atmosfera rustica si fonde con un tocco più urbano. Per sapere di più sul vino viennese e conoscere da vicino le diverse zone di produzione, si può seguire lo Stadtwanderweg  (itinerario escursionistico urbano) numero 5  per scoprire cantine, vigneti,  boschi di querce e splendidi panororami sulla città. E non é necessario essere viennesi per vivere momenti di gioia quando si guarda dall'alto di una collina  un tramonto sul Danubio, avere  tutta la città ai propri piedi e un bicchiere di ottimo vino in mano.

www.vienna.info