Vienna Palazzo Schönbrunn(c)Wiesenhofer Vienna Palazzo Schönbrunn(c)Wiesenhofer
18.03.2020

Il palazzo Schönbrunn, ex-residenza estiva degli Asburgo, che  splende nel suo caratteristico coloro giallo-oro in mezzo al suo giardino barocco, è una delle “cartoline” più conosciute di Vienna e dell’Austria intera. Questa particolare sfumatura si può incontrare sulla facciata di molti altri palazzi storici, a Vienna e non solo. Era la famiglia imperiale ad adottare il color e dargli il suo nome (ma non esiste un “Pantone” omonimo). Un colore indica affinità e quindi molte altre famiglie, nobili e non, seguirono nel corso nel tempo, mostrando la loro fedeltà alla dinastia regnante pitturando di un bel giallo case, palazzi e edifici rurali. E anche se secondo la scienza il colore complementare del giallo risulta essere il violetto, è anche il verde a fargli da corollario e farlo risaltare.

 

 

 

Abbazia di Melk in Bassa Austria(c)Österreich Werbung_Volker Preusser
Abbazia di Melk in Bassa Austria(c)Österreich Werbung_Volker PreusserÖsterreich Werbung _Volker Preusser
Irschen villaggio delle erbe in Carinzia(c)Österreich Werbung_Michael Stabentheiner
Irschen villaggio delle erbe in Carinzia(c)Österreich Werbung_Michael StabentheinerÖsterreich Werbung_Michael Stabentheiner
Casa natale di Mozart a Salisburgo(c)Österreich Werbung Diejun
Casa natale di Mozart a Salisburgo(c)Österreich Werbung DiejunÖsterreich Werbung_Diejun
Fregio di Beethoven Secession Vienna(c)Österreich Werbung_Gerhard Trumler
Fregio di Beethoven Secession Vienna(c)Österreich Werbung_Gerhard TrumlerÖsterreich Werbung_Gerhard Trumler
Girasole a Apetlon nel Burgenland(c)Österreich Werbung_Georg Popp
Girasole a Apetlon nel Burgenland(c)Österreich Werbung_Georg PoppÖsterreich Werbung Georg Popp
Gwandhaus a Salisburgo Hellbrunn(c)Österreich Werbung Ulli Cecerle Uitz
Gwandhaus a Salisburgo Hellbrunn(c)Österreich Werbung Ulli Cecerle UitzUlli Cecerle Uitz